IT/EN

Donna dominante cercasi – Charles Escort Accompagnatrice


Non mi ritengo particolarmente debole caratterialmente, anzi, proprio per questo motivo ho cercato sempre donne con cui confrontarmi alla pari e non la classica fidanzatina che annuisce a qualunque mia affermazione.
Queste caratteristiche caratteriali si sono sempre palesate anche in ambito prettamente sessuale: non ho mai sopportato le donne passive, poco più che manichini che lasciano fare tutto all’uomo limitandosi a godere. Il tipo di donna che mi piace deve saper prendere l’iniziativa, deve rivaleggiare con la mia fantasia e, in certi frangenti, sapersi imporre.

Sfortunatamente, le ultime mie ragazze non facevano parte di questa categoria… e i nostri rapporti sessuali erano sempre piuttosto scadenti. Dopo un paio di avventure occasionali altrettanto scadenti, decisi dunque di affidarmi a una professionista del sesso: una escort di Milano, aveva attirato la mia attenzione su un sito internet.

escort dominatrice

Un’accompagnatrice che ci sa fare…

Non erano state solo le forme prorompenti e lo sguardo da pantera, visto che si trattava di una mistress che sapeva il fatto suo. Finalmente avevo trovato una donna che mi avrebbe dato filo da torcere… e la cosa mi eccitava parecchio.
Fissai un appuntamento con l’escort e quando la incontrai, trovai una donna sensuale ma decisa, capace di attrarmi sia dal punto di vista fisico che psicologico: inutile dire che smaniavo all’idea di essere sottomesso da quella donna!
Quando entrammo nella camera dell’Hotel che avevamo scelto come “parco giochi”, lei si spogliò con un paio di semplici e sensuali gesti, rivelando un completino intimo in pizzo nero con tanto di autoreggenti che mi fecero letteralmente sussultare.

Rapidamente, prese delle corde che aveva nella borsa, mi indicò il letto intimandomi con un ordine perentorio -Sdraiati che ora ti lego, schiavo!-.

L’eccitazione mi salì alle stelle: nulla a che vedere con quelle donne apatiche, poco più che bambole gonfiabili da muovere e sistemare a mio piacimento: questa accompagnatrice ci sapeva fare.
Mi legò a pancia in giù e poi cominciò a sculacciarmi. Una situazione quasi assurda per chi non ha questi “vizi” ma un preambolo al sesso estremamente eccitante per me… ero immobilizzato, in balia dei suoi capricci.

Sottomissione si ma anche tanto piacere!

Dopo essersi accanita sul mio sedere mi bisbigliò a un orecchio -Adesso che abbiamo chiarito chi comanda, puoi godere con me…-. Poi sentii la sua lingua scivolare lentamente dal mio collo, tra le scapole, fino alle natiche.

La padrona aveva deciso di darmi piacere e così mi liberò solo per legarmi con il ventre in su: inutile dire che la sua avida bocca si fiondò sul mio membro, cominciando a lavorare con gran foga. La mia padrona era davvero ingorda!
Infine decise di salirmi sopra e cavalcarmi, comandando le danze e dando i ritmi al nostro rapporto. Una sensazione fantastica di impotenza, mentre la donna a cui appartenevo si prendeva il piacere con la forza, godendosi ogni secondo e ogni centimetro della mia virilità. In quelle condizioni non durai molto, e ben presto raggiunsi il massimo piacere possibile…

Decisamente la notte più appagante della mia vita, un’esperienza che ho ripetuto più volte e che ogni volta riesce a sorprendermi e, soprattutto, farmi godere come un matto!




charles logo

front-scroll