Un caro porco amico di famiglia - Top escort Accompagnatrice Milano
IT/EN

Un caro porco amico di famiglia


Sono sempre stata particolarmente attratta dagli uomini di una certa età, non saprei spiegarmi bene il perché. Sarà il fascino dell’esperienza o quel senso di insicurezza che mi hanno sempre dato…
Nonostante il mio aspetto avvenente mi assicuri di poter avere ragazzi della mia età senza alcun problema, sono attratta da uomini sempre molto più grandi di me.

Ricordo ancora la mia prima esperienza in questo senso: avevo appena vent’anni o poco più e, mentre tornavo a casa, passai di fronte alla casa di un vecchio amico di famiglia. Aveva all’epoca quasi sessantanni e non aveva nulla di particolarmente attraente e anzi di mostrava forse qualche anno in più.
In quei giorni ero particolarmente desiderosa di sperimentare qualcosa di nuovo per quanto riguarda il sesso e, presa da un impulso incontrollabile, decisi di entrare nel garage per vedere se (come spesso accadeva) quell’uomo era lì a trafficare.

Una visita inaspettata con sorpresa…

Annoiato dalla moglie petulante, passava sempre i suoi pomeriggi a fare qualcosa in garage. Alla mia vista mi sorrise -Ciao Samantah, come va?- disse un po’ sorpreso. Dopo qualche frase di circostanza mi avvicinai e gli toccai il pacco. -Ma…- non fece in tempo a finire la frase che, prima la mia mano gli chiuse la bocca e poi fu sostituita dalla mia lingua.
Un bacio appassionato mentre con una mano gli massaggiavo l’arnese che, a quanto pare, si stava risvegliando dal suo torpore. Non ci fu bisogno di spiegare oltre cosa volevo da lui e, mentre scendevo lentamente lungo il suo corpo, si era già sbottonato i pantaloni.
A parte qualche accompagnatrice con cui probabilmente si era intrattenuto negli anni, era molto che non faceva sesso con quella moglie fastidiosa: la mia carne giovane l’aveva rinvigorito e ora il suo gustoso pene riempiva la mia bocca.
Cominciai a leccare i testicoli e notai che i miei giochini erotici facevano effetto: fremeva all’idea di potermi possedere… d’altronde una ventenne come me dove l’avrebbe mai più trovata?

C’è a chi piace vecchio…

Non poteva più farne a meno, lo sentivo! Mi alzai e feci scivolare le mutandine a terra, lui mi tirò su la gonna e mi prese così, senza troppi complimenti. A dispetto dell’età si dava da fare, mentre con le mani tastava avidamente il mio giovane seno: era talmente arrapato che mi sembrava un cane in calore e, non mi sarei meravigliato, se l’avessi visto perdere la saliva totalmente preso dalla scopata.

I suoi colpi decisi divennero quasi frenetici, sino al momento in cui sentii la sua esplosione dentro il mio ventre: un’ondata di liquido caldo e denso invase la mia intimità, portandomi a un fragoroso e soddisfacente orgasmo.
Che goduria! Lui mi guardava con un volto a metà tra il sorpreso e il goduto… a quanto pare la situazione l’aveva scosso e, tutto ciò, non faceva altro che eccitarmi ancora di più!

Un’esperienza di sesso davvero stupenda che trovai il modo di ripetere, sia con lui che con altri uomini anche più anziani. Ogni volta è qualcosa di estremamente appagante e, a vedere i volti dei miei partner d’annata, non sono l’unica ad apprezzare…